"Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione Cookie Policy"

L’Ambasciatore della Repubblica Federale di Germania in Italia in visita all’Area di Ricerca del CNR di Potenza

Categoria
Eventi
Data
03 Marzo
Luogo
Contrada Loya
85050 Tito PZ, Italia

Il 3 marzo Susanne Marianne Wasum-Rainer - Ambasciatore della Repubblica Federale di Germania in Italia – ha fatto visita all’Area di Ricerca del CNR di Potenza. L’Ambasciatore - dopo aver incontrato il Presidente della Regione Basilicata, Marcello Pittella e i giornalisti – si è recato presso l’Area della Ricerca del CNR di Potenza, incontrando tutto il personale dell’Area e rappresentanti di imprese del settore aerospazio, tra cui il presidente del Consorzio pubblico-privato TeRN e il Presidente Cluster Lucano Aerospazio. L’Ambasciatore è stato accolto dal Presidente dell’Area della Ricerca CNR – dr. Vincenzo Lapenna - che l’ha accompagnato a visitare la struttura di ricerca.

In particolare ha visitato il CNR-IMAA Atmospheric Observatory (CIAO) – nodo dell’Infrastruttura di ricerca ACTRIS - , il sistema di ricezione, processamento ed archiviazione di dati satellitari, il sistema di Laboratori Mobili equipaggiati con Lidar e il sistema FemtoLab per l’applicazione di tecniche laser per la caratterizzazione di materiali nano strutturali, sistemi organici, inorganici e ibridi.

Durante l’incontro con il personale CNR e le imprese del settore Aerospazio si è parlato e discusso della partecipazione dei ricercatori a numerosi progetti finanziati nell’ambito del Programma Horizon 2020, dall’Agenzia Spaziale Europea e dal Programma Copernicus, nonché del coinvolgimento in numerosi progetti di ricerca industriale con aziende di rilevanza internazionale e reti di PMI. L’Ambasciatore ha auspicato che le collaborazioni in atto con la Germania possano ulteriormente rafforzarsi portando a risultati sempre più significativi.

 
 
 

Informazioni aggiuntive