"Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione Cookie Policy"

Il team di progetto è costituito da una solida partnership pubblico-privata con una forte presenza nel sistema della ricerca e dell’innovazione europea e nazionale nel settore Aerospazio, dotata di un’ampia gamma di Infrastrutture di Ricerca di alto valore scientifico e tecnologico e con oltre 200 ricercatori che svolgono attività di ricerca nei territori di appartenenza, localizzati principalmente nelle regioni del Mezzogiorno (Basilicata, Calabria, Campania, Puglia, Sicilia). In molte di queste regioni l’Aerospazio è presente quale priorità delle Smart Specialization Strategy rendendo particolarmente forte il legame con le politiche industriali locali. In dettaglio, il partenariato pubblico-privato proponente è così composto:

Enti di Ricerca ed Università:

  • Consiglio Nazionale delle Ricerche (CNR), (coordinatore) attraverso i seguenti Istituti: IMAA, IREA, ISAC, INO, IFAC, IRPI, IGG, IRET, IMM, ISAFOM, IBIMET, IAC, IIA, SPIN;
  • Università della Basilicata (UNIBAS);
  • Università della Calabria (UNICAL);
  • Università di Trento (UNITN);
  • Agenzia Spaziale Italiana (ASI);
  • Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia (INGV)

Compagine Industriale:

  • Grandi Imprese:
    • e-Geos del gruppo LEONARDO (EGEOS);
    • Ingegneria dei Sistemi (IDS)
  • PMI:
    • Consorzio CREATEC, parte del Distretto Tecnologico della Basilicata Tecnologie per le Osservazioni della Terra ed i Rischi Naturali (CREATEC), attraverso le seguenti PMI in qualità di attuatori:
      • GEOCART
      • INNOVA
      • PUBLISYS
      • OPENET
      • DIGIMAT
      • SINTESI
      • CEDAT EUROPA
    • Consorzio di Ricerca su Sistemi di Telesensori Avanzati (CORISTA);
    • Survey Lab (SURLAB);
    • Sistemi Intelligenti Integrati - Distretto Tecnologico Ligure (SIIT), attraverso le seguenti PMI in qualità di attuatori:
      • GTER
      • STAM

Organismi di Ricerca:

Centro Italiano di Ricerca Aerospaziale (CIRA)

 

bloccologhiponricerca fse fesr

Informazioni aggiuntive