"Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione Cookie Policy"

L’Istituto di Metodologie per l'Analisi Ambientale (IMAA) afferisce al Dipartimento Terra ed Ambiente del Consiglio Nazionale delle Ricerche (CNR) ed è attualmente l’unico istituto del CNR con sede principale nella Regione Basilicata (Area di Ricerca di Potenza e Polo distaccato di Marsico Nuovo in Val d’Agri).

Sin dalla sua nascita le attività di ricerca dell’IMAA sono state rivolte allo sviluppo ed all’integrazione di tecnologie di “Osservazioni della Terra” da satellite, da aereo e dal suolo finalizzate allo studio di processi geofisici ed ambientali.

Le attività di ricerca dell’IMAA sono organizzate all’interno dei seguenti quattro assi:

  • Osservazioni della Terra dal suolo, da aereo e da satellite per lo studio dell’atmosfera, idrosfera, litosfera e biosfera e delle loro interazioni, per lo sviluppo delle applicazioni meteo-climatiche e per la previsione, prevenzione e mitigazione dei rischi;
  • Caratterizzazione chimico-fisica di suolo e sottosuolo;
  • Sviluppo di tecniche avanzate di monitoraggio ambientale basate sull’integrazione di metodiche chimico-fisiche, biologiche e geologiche, in-situ ed in remote sensing;
  • Metodologie integrate per la pianificazione e la modellistica ambientale, la gestione e l’interoperabilità di dati geospaziali.

L’approccio fortemente multi-disciplinare ha consentito di affrontare in modo innovativo lo studio di processi geofisici ed ambientali di notevole complessità, precorrendo le linee del programma GMES (Global Monitoring of Environment and Security) e ben collocandosi nella strategia GEOSS (Global Earth Observation System of Systems).

Informazioni aggiuntive