"Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione Cookie Policy"

L’ IMAA E LA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE

Come ha scritto l’OCSE (Organizzazione per la Cooperazione e lo Sviluppo Economico), i grandi cambiamenti nella pubblica amministrazione sono “un viaggio, non una destinazione. L’importante è non stare fermi, ma muoversi anche sperimentalmente; la direzione e la destinazione si potranno stabilire lungo il percorso, se si hanno come guide principi ed obiettivi ben definiti”.

Da tempo, il Consiglio Nazionale delle Ricerche segue questa direzione svolgendo istituzionalmente attività di Consulenza Tecnico Scientifica su richiesta di soggetti pubblici e privati, impegnandosi e mettendo a disposizione il proprio know-how, competenze, strumentazioni ed expertise a supporto dello sviluppo del sistema paese in generale e nello specifico a sostegno dell’innovazione e del miglioramento della P.A. Tale attività viene espressamente messa in rilievo nella normativa di riforma dell'Ente di cui al decreto legislativo 127/2003. Le conoscenze e le esperienze maturate dal CNR rappresentano un patrimonio di straordinario valore che viene trasferito al Paese attraverso un servizio di consulenza altamente specialistica.

Anche l’IMAAA-CNR fornisce un reale ed effettivo contributo in questo ambito, attraverso esperienze concrete, soluzioni tecnologiche già implementate o in via di attivazione nelle PP.AA in un ottica di efficienza, efficacia ed economicità del loro operato.
Il Progetto “SMART BASILICATA” (approvato nell’ambito del Bando “Smart Cities and Communities and Social Innovation”- Avviso MIUR n.84/Ric 2012, PON 2007 – 2013 del 2 marzo 2012) rappresenta proprio un esempio di applicazioni prototipali individuate sulla base della domanda delle PP.AA. coinvolte nel progetto. Infatti, vengono proposte soluzioni tecnologiche innovative per la gestione efficiente e sostenibile dell’ambiente, della mobilità, dell’energia, della partecipazione sociale e la fruizione di servizi smart da parte della PA e dei cittadini attraverso l’integrazione di moderne tecnologie di Osservazioni della Terra (al suolo, da aereo e da satellite) con le tecnologie dell’Informazione e della Comunicazione.

Attualmente le principali attività di supporto tecnico scientifico realizzate dall’IMAA per le PP.AA. sono:

  • UNA TAC PER LE ZONE A RISCHIO FRANA. La Tomografia di resistività elettrica
  • MONITORAGGIO DEGLI INCENDI BOSCHIVI. Tecnologie e metodologie satellitari avanzate per l'identificazione tempestiva dei principi di incendio
  • VALUTAZIONE E MITIGAZIONE DEL RISCHIO GEOCHIMICO. Studio della mobilità geochimica dei processi di interazione acqua – roccia, finalizzato alla mappatura e alla mitigazione del rischio naturale e antropico
  • IL RUOLO DELLA MINERALOGIA E DELLA GEOCHIMICA NEI FENOMENI DI INSTABILITA’. Caratterizzazione Mineralogica, Geochimica e Tessiturale dei sedimenti fini finalizzata al monitoraggio e alla valutazione del rischio nelle aree interessate da fenomeni di dissesto e al miglioramento delle caratteristiche fisico-meccaniche dei terreni a prevalente componente argillosa
  • PROTOCOLLO DI CERTIFICAZIONE DEI FANGHI TERMALI. Selezione delle materie prime ottimali per minimizzare i rischi e valorizzare le georisorse 
  • STONE & CRYSTALS ANALYSIS. Caratterizzazione composizionale di calcoli e cristalli urinari
  • ADVANCED LOCAL ENERGY PLANNING: la modellistica energetico-ambientale a supporto delle autorità locali per la definizione di piani di sviluppo sostenibile
  • VALUTAZIONE E MITIGAZIONE DEL RISCHIO MINERALOGICO: metodi e tecniche finalizzate alla mappatura e alla mitigazione del rischio mineralogico con particolare riferimento ai minerali dell’amianto 
  • GROUND PENETRATING E MICROWAVE TOMOGRAPHY: un metodo speditivo per la valutazione dello stato e del danno di strutture e infrastrutture
  • INTEGRAZIONE DI TECNICHE ELETTROMAGNETICHE: un metodo non invasivo per la valutazione delle condizioni di conservazione ed efficienza delle dighe
  • MONITORAGGIO DEL RISCHIO INCENDI
  • GeoSDI (GEO SPATIAL DATA INFRASTRUCTURE): Progetto di sviluppo di soluzioni software web per lo scambio di dati, informazioni e conoscenze per gestire in modo intuitivo e condiviso le informazioni anche nello spazio e nel tempo generando scenari in cui ogni utente può utilizzare le informazioni degli altri e condividere la proprie 

 

 

Informazioni aggiuntive